Studio Unimpresa, consumi fermi e risparmio in crescita

di Michele Costanzo Commenta


Nel corso del 2015 le famiglie italiane hanno privilegiato il risparmio in un contesto generale che ha visto i consumi deboli ed inflazione bassa. Nel corso dello stesso anche che le imprese italiane hanno aumentato le proprie riserve economiche preferendo in molti casi il risparmio all’investimento. Sono questi due dati che emergono da una analisi del Centro studi di Unimpresa su dati della Banca d’Italia.

A dicembre dello scorso anno il totale delle riserve economiche di famiglie, imprese e banche è salito a 1.581,2 miliardi di euro contro i 1.510,9 miliardi dello stesso mese del 2014. Una crescita di più di 70 miliardi di euro pari al 4,65%. Lo studio di Unimpresa, associazione che raggruppa piccole e medie imprese italiane, mostra come la tendenza al risparmio ha attraversato trasversalmente tutta l’economia italiana manifestandosi tanto nei bilanci delle famiglie che nelle attività d’impresa. Il risparmio delle famiglie ad esempio ha superato i 906 miliardi di euro con una crescita di 18,5 miliardi (+2,08%) rispetto all’anno precedente.

Ancora più marcata è la crescita delle riserve delle imprese che hanno raggiunto i 234,8 miliardi con un incremento di 26,2 miliardi (+12,56%). Una dinamica simile si ritrova anche nelle imprese familiari con fondi saliti a 49,6 miliardi ed un incremento di 4,3 miliardi (+9,51%) rispetto al dicembre del 2014. Si è mossa di conseguenza anche la liquidità della banche che è passata dai dai 326,6 miliardi di fine 2014 ai 344 miliardi di fine 2015 con una crescita assoluta di 17,3 miliardi pari al 5,32%.

Gli effetti della crisi economica ma anche l’incertezza sulle future condizioni fiscali sono indicati dallo studio come le ragioni fondamentali che hanno aumentato la propensione al risparmio. Famiglie ed imprese accumulano cioè risorse in previsione di condizioni future sfavorevoli limitando in questo modo la crescita dei consumi e degli investimenti.

[Via | Unimpresa]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>