Mense aziendali: valore aggiunto di una impresa

di Francesca 1

Non tutte le aziende vantano un budget o una organizzazione tale da poter dare vita ad una vera e propria mensa, dove i dipendenti possono scegliere a prezzi convenienti il proprio pasto durante la pausa pranzo. In linea di massima, la presenza di un servizio di tale tipo, di solito entusiasma chi firma un contratto con l’ente, ma ovviamente come in ogni cosa non mancano le controindicazioni. Nei piccoli uffici, infatti, dove ogni beneficio del genere resta limitato, si è costretti ad uscire fuori per acquistare il cibo quotidiano oppure si decide di portare da casa qualcosa preparata la sera precedente. In entrambi i casi è favorito maggiormente il contatto con i colleghi, ma soprattutto è più facile staccare la spina e passeggiare all’area aperta, mentre con le mense aziendali, spesso, si finisce per poltrire all’interno delle quattro pareti lavorative, soprattutto in inverno. Un’altra alternativa, molto più comune e non meno gradita dai lavoratori, è quella dei tickets restaurant che possono essere utilizzati anche in famiglia fuori dal lavoro. I buoni pasto, soprattutto in tempi di crisi economica, sempre più spesso vengono conservati per poi spenderli nei supermercati convenzionati.

Le mense aziendali hanno un valore non solo economico, ma è stato provato da tempo che funzionano anche a livello di produttività, incentivando il lavoratore che si sente maggiormente tenuto in considerazione e ritiene di far parte di una struttura seria per la quale vale la pena di investire tutte le proprie energie. In tal modo, chiaramente, si raggiungono più velocemente gli obiettivi. Negli ultimi anni pure in Italia, anche se questo resta appannaggio soprattutto dell’estero, sono aumentati gli enti, anche medio piccoli che offrono altri tipi di indennità come quella di “trasferta”, di “cassa”, di “trasporto”, di “reperibilità” o benefit, come ad esempio l’auto aziendale, a fianco di servizi interni quali intranet.

Le mense aziendali possono essere interne ed esterne o garantite da sistemi alternativi come i buoni pasto. Le prime, di solito sono leggermente staccate dagli impianti o dagli uffici amministrativi per favorire il rispetto delle leggi sull’igiene e la salubrità. Al loro interno, vengono affissi i regolamenti di mensa, Normativa Europea e Nazionale ed elencati i cibi e le bevande suddivisi per categoria e relativo prezzo. Ogni mensa aziendale italiana, prevede un menù abbastanza completo di cibo tipico della cucina mediterranea e il lavoratore che non deve uscire non incorre nel rischio di infortuni o ritardi.

Commenti (1)

  1. La mia è una richiesta
    Sono alla ricerca di normative relative alla somministrazione di pasti nelle mense aziendali
    Esempio
    Se vengono cucinati cibi in esubero e non vengono consumati, il gestore mensa può riproporli modificandoli? fettina diventa 1a polpetta dopo diventa ragù.
    Pancetta alla piastra del giorno prima diventa ingrediente per pasta alla carbonara.

    Non dovrebbero essere dati in beneficienza o smaltiti tutti i prodotti del giorno?

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>