Aziende: molte cercano tecnici specializzati

di Francesca Commenta

 Non è facile capire se la crisi economica sia solo un incubo passato o se è ancora fin troppo presente, tuttavia in qualche azienda sembrano essere ripresi i primi contratti.  E’ vero, i datori di lavoro raramente nelle imprese vogliono rischiare e solo qualche volta scelgono un lavoratore che non conoscono personalmente ma, in ogni caso, la ricerca ormai è puntata quasi esclusivamente sulle figure specializzate per cui la richiesta diventa troppo settoriale e moltissimi giovani continuano a restare a casa.

Servirebbe quindi manodopera proprio in vista della partenza autunnale e tra l’altro anche per le ferie estive sono previste delle sostituzioni. Una schiarita nel cielo scuro dell’impiego che però riguarda pochi perchè è difficile che ci si accontenti di chi deve imparare, adesso servono figure esperienti e dopo lo stallo dei due anni precedenti bisogna riprendere a perseguire di nuovo gli obiettivi aziendali.

 

Tra l’altro, non è nemmeno facile trovare i candidati ideali da  inserire in organico. Chi serve maggiormente? Carpentieri e falegnami, elettricisti e meccanici, tecnici, segretari, assistenti personali, operai e sales manager: queste le figure più richieste ma i posti disponibili in giro per l’Italia come dimostrano gli annunci non sono poi tantissimi. A confermare tale tendenza è la sesta indagine Talent Shortage dell’agenzia di lavoro Manpower portata avanti su oltre 40.000 imprese in tutto il mondo e che sottolinea come attualmente, in Italia, almeno il 29% delle aziende ha difficoltà a trovare i giusti candidati. Come ha confermato Stefano Scabbio, amministratore delegato di Manpower: “Lo scopo della ricerca era ed è quello di registrare il sentiment delle aziende circa le difficoltà di reperimento delle persone con skills e competenze adeguate al mercato. E quello che emerge dall’analisi è che, dal punto di vista dei profili, i più difficili in assoluto da individuare sono i falegnami, gli elettricisti, gli idraulici e in generale tutti quelli per i quali è necessaria una formazione tecnica. Bene, per essi c’è una grande richiesta ma una altrettanto grande carenza».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>