Aziende: Milano, capitale degli imprenditori

di Francesca Commenta

Si sa da sempre che Milano può essere considerata a diritto come la città italiana industriale, dove società e imprese sono in crescita esponenziale e dove gira gran parte dell’economia dello Stivale. Un primato che, da sempre, divide con Roma ma, adesso, il suo piccolo podio l’ha agguantato. Il capoluogo lombardo, infatti, sembra essere la “capitale” degli imprenditori del Belpaese. Per questo motivo, chi sceglie di aprire una impresa fuori dalla propria area di nascita e appartenenza, è proprio qui che decide di spostarsi, ritenendo che le possibilità di successo siano maggiori.

Secondo recenti sondaggi, quindi, sembra che almeno un imprenditore su tre non sia lombardo. Si parla soprattutto di professionisti di origine pugliese il 22,3% sul totale delle imprese individuali “extralombarde”, siciliana il 17,9%, calabrese il 14,3% e campana il 12,0%. Di un prolungato monitoraggio delle cifre, si è occupato l’ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza sui dati del Registro delle imprese. Dopo Milano, le città dove aprire una impresa sono Aosta, con un 32,9% delle aziende individuali con un titolare nato fuori dalla regione, e Torino, dove la percentuale è pari al 27,1%. Nel Lazio, invece, e precisamente a Roma, solo 1 imprenditore su 5 non è nato nella regione. Prima della Città Eterna, ci sono poi Genova con il 26,6%, Bologna con il 23,6%, Firenze con il 21,5% e la nuova provincia di Monza e Brianzacon il 26,4%.

Carlo Edoardo Valli, presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza ha a tal proposito sottolineato: “Queste storie d’impresa hanno fatto la storia del nostro Paese e sono l’esempio concreto di come l’appartenenza a un territorio si fondi sulla cittadinanza economica, vale a dire sul contributo che ciascuno porta allo sviluppo in termini di lavoro, operosità, imprenditorialità.”. Certamente nel capoluogo lombardo sono maggiori anche le iniziative e le agevolazioni a favore di chi apre una nuova struttura, anche se pure nel resto di Italia, per fortuna, qualcosa inizia a muoversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>