Il CRM aziendale diventa social

di Francesca Commenta

E’ un periodo particolare questo e non solo a livello storico ma, soprattutto, tecnologico. Le innovazioni si susseguono a grandi velocità e, senza accorgersene, anche l’italiano medio sta cambiando e non soltanto coloro che sono dei grandi esperti di internet e “diavolerie ultramoderne”, come le chiamerebbero i più anziani. Il cliente finale per una azienda, come sempre è il fulcro di tutta l’attività sia che si tratti di una impresa che produce dei prodotti che di una struttura che fornisce, invece, un qualunque tipo di servizio. Ebbene, anche tale figura si è modificata e in una manciata di mesi, si è passati dal “cliente consumatore”, al “cliente social” cioè del cliente che si confronta con altri prima di consumare o acquistare un bene. Di solito lo fa proprio grazie social network come facebook e, in questo senso, le esperienze degli altri diventano davvero fondamentali.

Il CRM aziendale, cioè quel sistema di gestione dei rapporti con il cliente acquisisce le stesse caratteristiche, si adegua e cambia in base alle esperienze del diretto fruitore del servizio. Se prima le conoscenze in tema di marketing e vendita erano più che altro in mano all’imprenditore, adesso potrebbe trovarsi spiazzato perchè il fruitore è diverso. E’ in grado di approfondire ogni aspetto, mostrando una maggiore cultura generale e, soprattutto un interesse rinnovato, che gli permette di non sprecare il suo denaro, particolarmente utile soprattutto in tempi di crisi.

Ogni tematica viene vissuta insieme ad altri amici su Twitter o Facebook, privilegiando più che altro quello che la rete dice, a discapito di qualunque forma di comunicazione aziendale. La rete sociale degli amici fornirà un parere onesto e non solo quello legato ad una convenienza di vendita, per cui ha la precedenza. Il CRM aziendale deve perciò adeguarsi alla tendenza social ed essere più flessibile. Meglio evitare, poi, un eccessivo numero di mail promozionali con le quali si otterrebbe soltanto un effetto contrario.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>