Investimenti aziendali, France Telecom si spinge verso l’Africa

di marc Commenta

 Secondo quanto sostengono i media di settore, la francese France Telecom starebbe per progettare un investimento aziendale molto importante, spingendosi nel continente africano alla ricerca di un impiego che possa migliorare la propria posizione in questa nuova zona emergente, senza perdere posizioni nei confronti di altre compagnie del segmento che hanno già avuto approcci piuttosto profondi in alcune regioni del continente.

France Telecom starebbe infatti conducendo delle negoziazioni con la ZTE Corp., di proprietà cinese, al fine di acquistare una partecipazione di maggioranza nella Congo China Telecom, la quarta compagnia di telefonia mobile della nazione. La ZTE possiede infatti il 51% della Congo China Telecom, mentre il rimanente 49% è di proprietà del governo congolese, che dovrebbe poter mettere sul piatto dell’offerta la propria quota, una volta che la France Telecom sarà entrata in possesso delle quote attualmente in mano alla ZTE.

Complessivamente, sommando l’investimento di acquisizione delle partecipazioni nella ZTE, e quello di acquisizione delle partecipazioni in mano al governo, France Telecom dovrebbe investire nel Paese circa 300 milioni di dollari. Tuttavia, precisano gli osservatori di mercato, quella di cui sopra è solamente una valutazione di massima, poiché – essendo le negoziazioni in fase ancora piuttosto densa – è difficile stimare il reale valore di mercato della Congo China Telecom.

L’investimento rappresentato dall’offerta Telecom francese, ad ogni modo, dovrebbe presto essere portato a conclusione. Il chief executive officer di France Telecom, Stephane Richard, sta infatti ponendo sotto il proprio obiettivo una rapida espansione nel mercato africano e in quello medio orientale, al fine di contrastare la lenta crescita dei ricavi sui mercati europei.

Proprio nell’ottica di cui sopra, precedentemente France Telecom ha acquistato una partecipazione del 20% nella iraqena Korek Telecom, al prezzo di 245 milioni di dollari, e una fetta pari al 40% della Meditel, in Marocco, per 640 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>