Commercio, vendite ancora in calo anche nell’alimentare

di Michele Costanzo 2


Sono notizie ancora negative quelle che arrivano per le aziende che operano nel commercio al dettaglio. Anche nello scorso mese di marzo infatti il mercato italiano ha registrato una contrazione delle vendite che fa seguito ai dati già negativi di febbraio ed al bilancio in rosso con cui si è chiuso il 2013.

A delineare questo quadro sono i nuovi dati ISTAT sull’andamento delle vendite al dettaglio che anche a marzo 2014 hanno registrato un significativo calo. Più nel dettaglio secondo l’Istituto di statistica l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio è diminuito a marzo dello 0,2% rispetto al precedente mese di febbraio. Il calo si è concentrato principalmente nel settore dell’alimentare dove il calo è stato dello 0,4% mentre il settore delle merci non alimentari è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente.

Il bilancio è negativo anche guardando i dati medi del primo trimestre (gennaio – marzo 2014) per il quale il calo è stato pari allo 0,3% distribuito tra un -0,5% per l’alimentare ed un -0,2% per il non alimentare.

Il perdurare di una condizione di debolezza della domanda interna ed il suo impatto sulle aziende commerciali è ancora più evidente nei dati tendenziali. L’indice grezzo del totale delle vendite a marzo 2014 segna un calo del 3,5% rispetto allo stesso mese del 2013. Anche in questo caso il calo è maggiore per il settore alimentare (-6,8%) rispetto al settore non alimentare (-1,5%). E’ da segnalare anche come a marzo sia la grande distribuzione (-5,1%) a registrare una contrazione maggiore delle vendite rispetto alle “Imprese operanti su piccole superfici” (-2,3%).

Confrontando il primo trimestre del 2014 con lo stesso periodo dello scorso anno, l’indice grezzo delle vendite registra un calo dell’1,8% distribuito tra il -2,9% dell’alimentare ed il -1,3% del non alimentare. In controtendenza con il dati di marzo, nella media del trimestre la grande distribuzione (-1,7%) registra un calo delle vendite inferiore rispetto ai piccoli esercizi (-2,1%).

[Via | ISTAT]

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>