Aziende e professionisti, nuovi obblighi per i pagamenti elettronici

di Michele Costanzo Commenta


Una piccola rivoluzione sta per arrivare per aziende e liberi professionisti. Con il decreto del 24 gennaio 2014 intitolato “Definizioni e ambito di applicazione dei pagamenti mediante carte di debito” sono infatti stati introdotti nuovi obblighi in materia di pagamenti elettronici.

Punto centrale del decreto è l’obbligo per aziende e professionisti di accettare pagamenti tramite “carte di debito” per tutti gli importi superiori a 30 euro. Concretamente questa norma comporterà la necessità di dotarsi di POS per la gestione dei pagamenti stessi. L’applicazione del decreto, fatte salve ulteriori modifiche, sarà però graduale e non coinvolgerà fin da subito tutti i soggetti nominalmente interessati.

Fino al 30 giugno 2014 infatti l’obbligo di accettazione dei pagamenti con carta di debito sarà limitato alle aziende ed ai professionisti che nell’anno precedente abbiano generato un fatturato complessivo superiore a 200.000 euro. La norma in questo senso è tarata per offrire un ulteriore tempo di proroga alle piccole e piccolissime aziende.

Dopo il 30 giugno le norme del decreto dovrebbero diventare obbligatorie a prescindere dal fatturato. Usiamo il condizionale perché lo stesso decreto del 24 gennaio 2014 prevede l’emanazione entro 90 giorni di un ulteriore decreto che potrà intervenire per individuare nuove soglie e nuovi limiti di fatturato per l’applicazione o l’esclusione dalle previsioni della norma.

Con il medesimo decreto il Ministero dello Sviluppo Economico si riserva di individuare ulteriori tecnologia di pagamento elettronico che dovranno essere accettati da aziende e professionisti. In concreto questa clausola potrebbe essere stata inserita per promuovere la diffusione dei pagamenti mobile tramite tecnologie wireless integrate in smartphone e tablet. Tra le tecnologie candidate a questo genere di funzione c’è anzitutto il protocollo NFC per le comunicazioni a corto raggio che è sempre più comune sugli smartphone di ultima generazione.

Ulteriori dettagli sono disponibili sul sito della Gazzetta Ufficiale.

[Photo Credits | OpenClipArt]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>