Aziende e ambiente: entro il 2020 carburante alle alghe

di Francesca Commenta

Se è vero che il rispetto per l’ambiente deve partire da ognuno di noi e che abbiamo ancora poco tempo prima che l’intero Pianeta Blu si rivolti contro quell’uomo che lo sta distruggendo, è altrettanto sicuro che anche su larga scala si deve fare il possibile. In questo modo, sono proprio le medie e grandi aziende che si schierano in primo piano per cominciare a rispettare la natura che ci circonda nel quotidiano. Ecco perchè, si inizia dal carburante che non inquinerà più come una volta. Dal 2020, infatti, potrebbe arrivare quello “alle alghe“. Benzina e diesel davvero verdi, per una creazione utile a tutto il globo. La strategia e gli obiettivi ci sono, i partner sembrano giusti e allora è quasi certo che riusciranno a passare dal progetto pilota alla fase commerciale, già prestissimo.

Va avanti a meraviglia lo studio Algae 2020, presentato a Rotterdam in occasione del World biofuels market. Ovviamente si tratta di una ricerca che proseguirà e non è escluso che si perfezioni nel corso del tempo, ma intanto tutti sono d’accordo con la possibiltà che si possa tutelare maggiormente l’ambiente e, quindi, la salute dell’intera specie umana che abita la Terra. Senza contare la flora e la fauna che pagano un prezzo troppo pesante, a causa degli uomini.

12 società leader, che hanno mostrato le loro idee in merito al funzionamento del carburante ad alghe, non si limitano a produrre etanolo o biodiesel ma sono anche in grado di mettere sul mercato carburanti sostitutivi come biojet e diesel rinnovabile, che oggi sono richiestissimi nel settore industriale.  Dallo stesso studio Algae 2020, si è anche pensato di proporre una collaborazione tra diversi attori. Se laboratori di ricerca, industria, governi, investitori e produttori si uniscono, possono affrontare insieme le sfide tecnologiche e giungere a risultati concreti in breve tempo. In base alla domanda di mercato, poi, ci si può indirizzare anche verso altre direzioni. Sarà poi più semplice accedere ai fondi e ad attirare interessi pubblici e privati presenti sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>