Wind e 3 Italia, al via la fusione aziendale

di Michele Costanzo Commenta

Fusione W3
Dall’accordo preliminare è passato più di un anno ma ora la fusione di Wind e 3 Italia si appresta a diventare operativa. CK Hutchison come società di controllo di 3 Italia e VimpelCom quale società di controllo di Wind hanno infatto dato vita alla joint-venture che assumerà il controllo delle due società di telecomunicazioni.

La fusione tra Wind e 3 Italia

L’intesa tra CK Hutchison e VimpelCom per unire le proprie attività in Italia era stata siglata nell’agosto del 2015. L’accordo ha quindi dovuto superare il vaglio delle autorità antitrust in un settore come quello delle telecomunicazioni caratterizzato da un numero ridotto di operatori. All’inizio dello scorso mese di settembre in particolare è arrivato il via libera della Commissione Europea.

La nuova società che unirà le attività di Wind e 3 Italia sarà guidata da Maximo Ibarra, attualmente CEO di WIND. Lo schema dirigenziale della nuova società sarà completato da Dina Ravera nel ruolo di Merger Integration Officer, e da Stefano Invernizzi nel ruolo di Chief Financial Officer. L’attuale CEO di 3 Italia Vincenzo Novari, assumerà l’incarico di Special Adviser per CK Hutchison.

31 milioni di clienti mobile

La fusione di Wind e 3 Italia porterà alla nascita di un operatore con oltre 31 milioni di clienti nel settore della telefonia mobile e 2,7 milioni nel settore della telefonia fissa. La nuova società avrà modo di sviluppare importanti sinergie dall’integrazione delle due realtà e di riproporsi sul mercato con un più alto tasso di competitività.

Confermata è anche la partnership con il gruppo Enel nel progetto Open Fiber. Grazie a questa alleanza la nuova società potrà contare su una rete in fibra ottica di nuova generazione per i servizi di telefonia fissa ed Internet.

[Via | Wind]
[Photo Credits | OpenClipArt]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>