Palermo: mensa aziendale all’ospedale Civico

di Francesca Commenta

E’ probabile che chiunque non faccia parte della meravigliosa quanto a volte problematica Trinacria, ritenga questa notizia di secondaria importanza, quando invece rappresenta un traguardo importantissimo, atteso addirittura per ben 30 anni. La città di riferimento è Palermo, capoluogo siciliano che adesso vanta finalmente la presenza di una mensa aziendale all’interno dell’ospedale Civico.

Per tutta una serie di motivi l’evento è stato di continuo posticipato per più di un lustro, ma adesso il servizio è stato attivato e non dovrebbero esserci più problemi o stop improvvisi per quello che rappresenta un vantaggio non solo per i dipendenti ma anche e soprattutto per l’immagine che fornisce all’esterno dentro e fuori l’isola l’azienda ospedaliera. All’inizio potranno godere dei pasti soltanto i dipendenti ma a partire dai prossimi giorni, quindi già da metà luglio potranno avere accesso all’interno pure gli esterni in transito nell’area e prima costretti a sopportare notevoli disagi in merito al cibo.

Niente più problemi all’ora dei pasti, quindi, pure per i parenti dei pazienti ricoverati ad esempio, come ha annunciato un entusiasta Assessore regionale per la salute Massimo Russo. Interessante poi la cura nel dettaglio della mensa che è stata pensata nei minimi particolari per recuperare il tempo perduto. In questo senso, quindi, le pareti appariranno dall’accesa colorazione gialla e arancione e saranno presenti oltre 150 posti a sedere. L’intenzione, inoltre, è anche quella di creare un luogo di aggregazione per i lavoratori come ha riferito il direttore amministrativo Carmelo Pullara e con il passare dei mesi dovrebbe essere apprezzata un pò da tutti. All’interno della struttura, nello specifico, quindi, si troveranno ben cinque primi, cinque secondi, tre contorni. Buoni anche i prezzi che saranno di 1,33 euro per i dipendenti e di 7,80 euro per gli esterni facilitando le cose un pò a tutti e facendo recuperare molto tempo ai parenti che vogliono restare più a lungo possibile con i propri cari ricoverati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>