Housers, il crowdfunding immobiliare arriva con furore

di gianni puglisi Commenta

Finalmente adesso è arrivata anche in Italia. Si tratta di Housers, una piattaforma online di crowdfunding che permette a tutti di avere accesso al mercato immobiliare. Lo sbarco ufficiale è avvenuto nel mese di luglio e da quel momento sono quasi 5000 gli utenti italiani che sono stati conquistati.

Si tratta chiaramente di un fenomeno del tutto originale e innovativo per le abitudini del Bel Paese, ma che in realtà all’estero è già cosa ben nota. Ad esempio, negli Stati Uniti e nel Regno Unito si considera come una delle 100 piattaforme di real estate crowdfunding presente su tali mercati. Almeno, questi sono i risultati di una ricerca che è stata svolta da parte di Forbes nello scorso mese di giugno e che prevede come questa piattaforma online arriverà a toccare nel 2025 la bellezza di un volume di investimenti pari a 300 miliardi.

I punti di forza del real estate crowdfunding di Housers sono anche le principali novità per il mercato italiano. Questa piattaforma offre la possibilità adesso anche agli utenti italiani di effettuare degli investimenti in immobili che sono messi a reddito non solamente sul territorio italiano, ma anche in altre e importanti città del Vecchio Continente.

E sono già quattro gli immobili che sono stati selezionati a Milano. Il finanziamento dei primi tre è già terminato (addirittura quello in zona Bicocca in tempo record in soli sei giorni), mentre il quarto è in corso. La scelta dell’Italia come prima nazione in cui realizzare una filiale non è stato certamente casuale. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione degli utenti italiani l’opportunità di investire non solamente tra le mura amiche, ma anche in Spagna e dal prossimo mese di ottobre anche in Portogallo.

Circa il 60% degli italiani che hanno cominciato a sfruttare la piattaforma Housers ha una netta preferenza verso gli investimenti nelle capitali europee. Si può accedere al finanziamento di immobili e appartamenti partendo da una soglia minima di 50 euro fino ad arrivare a diverse migliaia di euro. Il vantaggio e l’innovazione apportati da Housers riguardano soprattutto il fatto di garantire l’accessibilità al mercato del real estate anche a tutti coloro che non possono contare su importanti capitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>