Azienda del marito in fallimento: Heather Parisi si allontana dall’Italia

di Francesca Commenta

Dov’è finita Heather Parisi? Nessuno lo sa con certezza, anche se alcuni turisti dicono di averla avvistata con tanto di valigie al seguito addirittura ad Hong Kong. Per il mito degli anni Ottanta sembrano essere finiti i tempi d’oro, anche se lo scorso anno aveva avuto ancora qualche attimo di fama, non tanto per il lavoro ma perchè a poco meno di cinquanta anni attendeva due gemelli. Adesso nati i piccoli i debiti dell’azienda del marito, l’hanno costretta a sparire.

Di lei non si sa più nulla dall’inizio del 2011 e sembrano lontani i momenti un cui sorrideva con i due neonati sulle pagine delle riviste di gossip. Quasi certamente nel Belpaese sarà difficile rivederla, perchè in molti sono davvero pronti a giurare che si trovi lontano con il compagno vicentino Umberto Maria Anzolin. Avrebbero avuto problemi finanziari, debiti derivanti dal fallimento della conceria di famiglia ma il condizionale è d’obbligo in attesa che magari la stessa protagonista rilasci qualche dichiarazioneanche se sarà difficile. Intanto la notizia continua a creare scalpore perchè a lei gli italiani sono affezionati e poi è uno dei pochi esempi, oggi inesistenti, di donne con un talento vero.

Del resto, a fine 2010, lo stesso compagno della show girl, amministratore delegato della Concerie Anzolin spa., aveva messo in liquidazione l’impresa. Le voci maligne parlano di frodi fiscali, truffe e raggiri, ma senza prove certe si possono soltanto fare delle supposizioni. Dal canto loro, coloro che poca simpatia provano per Heather parlerebbero anche di guai causati dalle ambizioni artistiche di lei con conseguente tenore di vita al di sopra delle reali possibilità. In ogni caso, su di lei aleggia al momento il mistero, ma nessuno l’ha più vista dalle parti di Vicenza. Le ipotesi del luogo in cui possa trovarsi sono tante e chissà dove adesso ha scelto casa l’interprete di “Cicale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>